Il muscolo è un tessuto composto da particolari fibre, dette fibre muscolari , dotate di capacità contrattile. Le fibre muscolari sono anche denominate miociti, al cui interno sono presenti dei sarcomeri  costituiti da actina e da miosina (vedi schema sotto).

FIBROCELLULA_.jpg

La contrazione muscolare che caratterizza l'attività dei muscoli è data dall'interazione di queste due tipologie di filamenti.

I muscoli rappresentano circa il 40% del nostro peso.

sarcomero

Livello di aggregazione:

sarcomeri --------> miofibille ----------> fibra muscolare o miociti ---------> fasci di fibre muscolari ---------> muscoli

 

Questa macchina che libera energia meccanica necessita di energia chimica che viene fornita dall'ATP: prodotta mediante " respirazione cellulare" nei mitocondri delle cellule muscolari ( con consumo di glucosio, ed ossigeno e contemporanea produzione di CO2 ed acqua).

 

 I muscoli si suddividono in:

  • muscoli striati
  • muscoli lisci
  • muscolo cardiaco

i muscoli striati sono quelli dello scheletro (scheletrici) che consentono il movimento. Sono muscoli volontari, cioè soggetti alla nostra volontà. Sono definiti striati perchè al microscopio appaiono con bande alterne rosse e rosa. Spesso agiscono in coppia: estendendo o contraendo un determinato arto, per questo sono definiti : muscoli antagonisti, citiamo il bicipite del braccio ed il tricipite.

I muscoli striati si uniscono all'osso mediante i tendini .

antagonisti

 muscoli striati sono anche quelli che muovono la pelle o muscoli pellicciai (nell'Uomo i muscoli mimici della faccia)

 

I muscoli lisci invece appaiono al microscolio con colore uniforme. Sono muscoli involontari. Fanno funzionare il nostro app. digerente ( muscoli viscerali) .

 

Il muscolo cardiaco che costituisce il cuore, fa eccezione perchè è un muscolo striato ma è involontario.

I tre tipi di tessuto muscolare 1








Copyright © 2021 . All Rights Reserved.

Design by  ebosi