400

L'Homo habilis o semplicemente l'Habilis e' il primo esemplare di ominide del genere Homo: questo per via di caratteristiche che lo rendono diverso dagli australopitechi, cioe' una maggiore capacita' cranica (circa 600-700 cc, contro i 500 cc dagli australopitechi) e il possibile collegamento con i primi utensili umani.

Non si e' ancora chiarita totalmente l'origine dell'Homo Habilis: comparve circa 2,5 milioni d'anni fa e scomparve 1,8 milioni d'anni fa, quindi fu un contemporaneo di alcune specie di australopiteco, ma al momento non si sa dire se e' un discendente dell'Australopithecus afarensis o di un'altra specie discendente da questa.

Una delle caratteristiche piu' importanti che distinguono l'Homo Habilis dagli australopitechi e' il cranio; oltre a essere piu' grande, il cranio dell'Homo Habilis ha una forma piu' rotondeggiante, presenta una superiore vascolarizzazione cerebrale e una maggiore complessita', da far pensare quindi a un ulteriore sviluppo delle zone adibite al linguaggio articolato. Inoltre, la faccia e' piu' corta e meno massiccia, e la dentatura ricorda molto di piu' quella dell'Homo sapiens.








Copyright © 2019 . All Rights Reserved.

Design by  ebosi