Contengono vitamina K gli ortaggi a foglie verdi (broccoli, cavolo, cavolini di Bruxelles, cime di rapa, spinaci, verza, ecc...) i ceci, i piselli, la soia, il tè verde, le uova, il fegato di maiale e di manzo. I latticini, la carne, la frutta ed i cereali ne hanno in quantità molto inferiori. La vitamina K è inoltre sintetizzata dalla flora microbica intestinale

 

cimedirapa cavolettidi cimedirapa
fegato

 La vitamina K è detta antiemorragica, previene infatti le emorragie. Viene soministrata ai pazienti dopo grandi interventi chirurgici. E' utile inoltre come antidoto ad avvelenamento da anticoagulanti (Coumadin - veleno per topi)








Copyright © 2019 . All Rights Reserved.

Design by  ebosi