Un gruppo di ricercatori Usa ha compiuto un passo avanti significativo nella possibilità di trapiantare "entro un paio di anni" organi di maiali geneticamente modificati senza rischi per gli esseri umani". È quanto riferisce uno studio pubblicato su Science secondo il quale, utilizzando la tecnica del cosiddetto 'gene diting' (la modificazione di alcune sequenze delle basi del Dna, adenina, citosina, guanina e timina) e la clonazione, sono stati creati maiali privi di 'malattie' che potrebbero contagiare gli esseri umani trapianti con gli organi dei suini, considerati dalla scienza la razza animale con maggiori similitudini, per dimensioni e funzionalità degli organi interni, all'uomo. Lo sviluppo, riferisce il New York Times, è determinante per la scarsità di donatori e quindi di organi umani da trapiantare: solo negli Usa sono stati trapianti 33.600 organi umani lo scorso anno ma i pazienti in lista di attesa sono 116.800. La scoperta, una volta messa a punto, avrà inevitabili implicazioni di natura etica con alcuni gruppi religiosi, come ebrei e musulmani, che rifiuteranno qualsiasi ipotesi di trapianti dai suini, considerate da entrambe le religioni animali impuri. -








Copyright © 2019 . All Rights Reserved.

Design by  ebosi