Il passaggio dalla foresta alla savana richiede un cambiamento completo di deambulazione. Gli arti superiori si riducono, quelli inferiori si allungano. Molto importante è il cambiamento nel piede. Si perde la funzione prensile, non più necessaria, e compare l'arco plantare. Tale modifica consente agli ominidi di migliorare l'andatura rendendola più agevole ed ammortizzata.

La savana è un ambiente povero di risorse commestibili, occorre coprire notevoli distanze per reperire il cibo. La postura eretta consente di alzare la visuale e quindi di vedere più lontano ed anche l'eventuale presenza di predatori. L'arco plantare permettedi disperdere meno energie nel cammino.

Quando un' antropomorfa, come lo scimpanzè, cammina con andatura bipede, il peso viene trasmesso dal tallone, lungo l’esterno del piede, fino al dito medio. Un piede umano, invece, trasmette il peso dal tallone lungo l’esterno del piede e attraverso la parte anteriore fino all’alluce. Questo è un metodo di trasferimento di energia molto più efficiente quando si cammina eretti.

 








Copyright © 2019 . All Rights Reserved.

Design by  ebosi